Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

giovedì 18 dicembre 2014

Quale influenza del magistero di papa Francesco in parrocchia?

Quale influenza del magistero di papa Francesco in parrocchia?

 Il magistero di papa Francesco è caratterizzato da diverse novità nel modo di stabilire relazioni con le persone che non sono più coinvolte nella vita delle nostre collettività di fede, con chi sta fuori delle nostre chiese. Ha avuto un influsso anche nella nostra parrocchia?
 Direi proprio di no. E’ sostanzialmente come se si fosse ancora nell’era che ha preceduto il suo pontificato.
 In particolare non c’è alcun segno di quella Chiesa in uscita da lui auspicata.
 Il mondo di fuori viene prevalentemente visto come una realtà ostile di cui diffidare, fonte di potenziali contaminazioni.
 Ci comportiamo ancora come doganieri alle porte delle nostre collettività religiose.
 Stendiamo una sorta di cordone sanitario intorno alla nostra chiesa parrocchiale, ma in definitiva è come se ci chiudessimo in una fortezza in cui noi stessi siamo detenuti. L’esclusione  degli altri è in definitiva giustificata con ragioni di polizia religiosa, nell’intento di evitare di diffondersi anche all’interno delle nostre collettività delle pestilenze morali che ammorbano il mondo di fuori.
 Ci scegliamo dei compagni di fede e cerchiamo di rimanere solo in mezzo a loro. La visione della parrocchia come servizio universale, destinata a comprendere anche coloro con cui non abbiamo scelto di condividere certe concezioni religiose e certi costumi morali, ci è profondamente estranea.
 Siamo organizzati come una federazione di club religiosi, che occasionalmente sono stanziati nella chiesa parrocchiale in ragione dei servizi religiosi che essa eroga tramite personale specializzato.  I club  diffidano gli  uni degli altri e tutti pensano che senza gli altri si starebbe meglio. Non impariamo gli uni dagli altri, non ci conosciamo e soprattutto non desideriamo conoscerci meglio.
 Il pensiero dell’umanità che sta  di fuori non ci assilla. In primo luogo ci siamo noi medesimi con i nostri problemi. Dai preti pretendiamo essenzialmente che si occupino di noi, dei nostri club e dei nostri guai. Saremmo invidiosi se li vedessimo proiettati verso l’esterno, verso gli altri  di fuori. E con i nostri problemi non lasciamo loro il tempo di farlo.
 E’ così che ci troverà, in questo Natale, colui che deve venire.


Mario Ardigò – Azione Cattolica in san Clemente papa – Roma, Monte Sacro, Valli.

Nessun commento:

Posta un commento