Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

domenica 14 dicembre 2014

Domenica 14-12-14– 3° Domenica di Avvento, “Gaudete” [=gioite!] – Letture e sintesi dell’omelia della Messa delle nove

Domenica 14-12-14– 3° Domenica di Avvento, “Gaudete” [=gioite!] – Lezionario dell’anno B per le domeniche e le solennità –colore liturgico: rosaceo o viola – 3° settimana del salterio - Letture e sintesi dell’omelia della Messa delle nove

L'altare maggiore della chiesa parrocchiale, oggi


Osservazioni ambientali: temperatura  13° C; cielo: nuvoloso; . Canti: ingresso, Noi Canteremo gloria a te; offertorio: Le mani alzate; Comunione, Lui ci ha dato;  canto finale, giovane donna.
Il gruppo di AC era nei banchi a sinistra dell'altare, guardando l'abside.

Buona domenica a tutti i lettori!

Pillola di Concilio:
“Non c’è quindi che un popolo di Dio scelto da Lui: “un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo” (Ef 4,5); comune è la dignità dei membri per la loro rigenerazione in Cristo, comune la grazia di adozione filiale, comune la vocazione alla perfezione; non c’è che una sola salvezza, una sola speranza e una carità senza divisioni. Nessuna ineguaglianza quindi in Cristo e nella Chiesa per riguardo alla stirpe o nazione, alla condizione sociale o al sesso, poiché “non c’è né Giudeo né Gentile, non c’è né schiavo né libero, non c’è né uomo né donna: tutti voi siete uno in Cristo Gesù” (Gal 3,28; cfr Col 3,11).
[dalla Costituzione dogmatica sulla Chiesa, Lumen Gentium [=Luce per le genti], n.32, approvata nel corso del Concilio Vaticano 2° (1962-1965)]

Prima lettura
Dal libro del profeta Isaia (Is 61,1-2.10-11)

 Lo spirito del Signore Dio è su di me, perché il Signore mi ha consacrato con l’unzione; mi ha mandato  a portare il lieto annuncio a miseri, a fasciare le piaghe dei cuori spezzati, a proclamare la libertà degli schiavi, la scarcerazione dei prigionieri, a promulgare l’anno di grazia del Signore. Io gioisco pienamente nel Signore, la mia anima esulta nel mio Dio, perché mi ha rivestito delle vesti della salvezza, mi ha avvolto con il mantello della giustizia, come uno sposo si mette il diadema e come una sposa si adorna di gioielli. Poiché, come la terra produce i suoi germogli e come un giardino fa germogliare i suoi semi, così il Signore Dio farà germogliare la giustizia e la lode davanti a tutte le genti.



Salmo responsoriale (da Lc 1,46-50.53-54)

Ritornello:
La mia anima esulta nel mio Dio.

L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni
mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome;
di generazione in generazione la sua misericordia
per quelli che lo temono.

Ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia.


Seconda lettura  (1Ts 5,16-24)

 Fratelli, siate sempre lieti, pregate ininterrottamente, in ogni cosa rendete grazie: questa infatti è volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi. Non spegnete lo Spirito, non disprezzate le profezie. Vagliate ogni cosa e tenete ciò che è buono. Astenetevi da ogni specie di male. Il Dio della pace vi santifichi interamente, e tutta la vostra persona, spirito, anima e corpo, si conservi irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo. Degno di fede è colui che vi chiama: egli farà tutto questo!




Vangelo
Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 1,6-8.19-28)

 Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui. Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce. Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei  gli inviarono sacerdoti e leviti a interrogarlo: “Tu, chi sei?”. Egli confessò e non negò. Confessò: “Io non sono il Cristo”. Allora gli chiesero: “Chi sei dunque? Sei tu Elia?”. “Non lo sono”, disse. “Sei tu il profeta?”. “No”, rispose. Gli dissero allora: “Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?”. Rispose: “Io sono una voce che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaia”. Quelli che  erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: “Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo,  né Elia, né il profeta?”. Giovanni rispose loro: “Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo”. Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.


Sintesi dell'omelia della Messa delle nove
        
  Le letture di questa domenica, la terza di Avvento parlano della gioia dell’attesa di colui che deve venire, colui che nella prima lettura è detto il consacrato con l’unzione, che deve portare un lieto annunzio ai miseri, a coloro che hanno il cuore spezzato, a proclamare la libertà degli schiavi e la scarcerazione dei prigionieri. Anche oggi, tra noi, vi può essere chi ha il cuore spezzato e attende buone notizie. Lasciamoci condurre dalla Spirito Santo per comprendere ciò che Dio ha fatto per noi.
  Nella seconda lettura ci viene spiegato come bisogna attendere il Signore che viene.
 C’è necessità di conversione, di raddrizzare le vie del Signore che viene, come ci viene spiegato nel Vangelo. Di uscire dal nostro egoismo, nel quale pensiamo solo a noi stessi. Spesso ci lamentiamo di non essere ascoltati, ma ora occorre ascoltare la parola del Signore. In questo modo anche noi potremo essere annunciatori di  buone notizie ai poveri.

Sintesi di Mario Ardigò, per come ha inteso le parole del celebrante – Azione Cattolica in San Clemente Papa– Roma, Monte Sacro Valli



Avvisi parrocchiali:

-lunedì 15-12-14, inizia la novena di Natale, nella chiesa parrocchiale: alle 17 per i bambini e alle ore 18 per tutti gli altri;
-mercoledì 17-11-14 è il compleanno del Papa: il parroco lo raccomanda alle nostre preghiere;
-giovedì, alle ore 18, Liturgia della Parola. Conosciamo veramente Gesù, colui che viene? Partecipare alla Liturgia della Parola è una occasione per conoscerlo meglio, ci  dice il parroco;
-venerdì alle ore 18: Liturgia penitenziale. Saranno disponibili diversi sacerdoti per le confessioni;
-si segnala il sito WEB della parrocchia:
- le offerte raccolte durante la Messa saranno destinate a una famiglia della parrocchia che si trova in difficoltà.

Avvisi di A.C.:
- la riunione infrasettimanale del gruppo parrocchiale di AC si terrà  il 16-12-14, alle ore 17, nell'aula con accesso dal corridoio dell'ufficio parrocchiale. I soci sono invitati a preparare una riflessione sulle letture di domenica 21-12-14, 4° Domenica di Avvento: 2Sam 7,1-5.8b-12.14a.16; Sal 88 (89); Rm 16,25-27; Lc 1,26-38;
- si segnala il sito WEB dall'AC diocesana: www.acroma.it
- si segnala il sito WEB www.parolealtre.it , il portale di Azione Cattolica sulla formazione;









Nessun commento:

Posta un commento