Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

sabato 1 novembre 2014

“Nell’Azione Cattolica volle laici impegnati” - Articolo di Stefania Careddu

“Nell’Azione Cattolica volle laici impegnati”
Articolo di Stefania Careddu

 “Dare concreta attuazione al Concilio”. E’ questa la ragion d’essere dell’Azione cattolica, ma anche la più grande eredità lasciata da Paolo VI all’associazione che lo ha visto nelle sue fila sin da giovane. “E’ il Pontefice che ha speso la vita per una Chiesa sinodale e conciliare, capace di camminare insieme, confrontarsi al suo interno, ma anche di aprirsi al dialogo aperto, vero e sincero con il proprio tempo”, sottolinea il presidente nazionale Matteo Truffelli. “Viviamo questo evento –confida- con forte entusiasmo e riconoscenza a papa Francesco per aver voluto collocare la beatificazione di Paolo VI a coronamento del Sinodo e in continuità con le canonizzazioni di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, tre grandi Papi a cui l’Azione Cattolica deve tanto”.
 A Montini, dice, “guardiamo con particolare affetto e attenzione, non solo perché la sua storia è legata alla nostra, ma perché ha spinto l’AC a ripensarsi come strumento di attuazione del Concilio nella Chiesa e nella società”.
 “Tra i segni meno appariscenti ma non meno significativi, perché hanno informato anche sotto traccia tutta la sua esistenza, vi è infatti il rapporto con il laicato, in particolare con quello associato”, ricorda Paolo Trionfini, direttore dell’Istituto per la storia dell’Azione Cattolica  e del movimento cattolico in Italia Paolo VI, che insieme alla coordinatrice Simona Ferrantin, ha raccolto il “ricchissimo magistero montiniano sull’associazione” nel volume Sempre più degna della sua storia bellissima, edito da AVE. “Attraverso i quasi trecento testi che lo compongono è possibile seguire l’evoluzione dell’attenzione riservata da Paolo VI all’Azione Cattolica, di cui è stato anche protagonista nel sollecitarla al rinnovamento dopo il Concilio ecumenico Vaticano Ii e nell’investirla di un ruolo primario nella sua stessa ricezione”, rileva Trionfini.  “L’antico assistente fucino –spiega- volle ricordare l’associazione fin dal primo messaggio lanciato al mondo dopo l’elezione al soglio pontificio, non a caso, traendo spunto  dall’incipit, intitolato «In nomine Domini procedamus cum pace», per poi proporla come valore universale in Ecclesiam suam, l’enciclica programmatica del pontificato, per richiamarne, quindi, l’insostituibile ruolo nella vita della Chiesa nei discorsi più impegnativi dei viaggi apostolici che ne hanno scandito il pellegrinaggio terreno”.

 Nel rileggere la storia di Paolo VI, nonostante  “l’impossibilità pratica di ridurre a miniatura la statua di un gigante”, emerge con chiarezza che il legame con l’Azione Cattolica non si affievolì con il passare del tempo. Anzi, conclude il direttore dell’I.S.A.C.E.M “l’apprezzamento per questa «singolare forma di ministerialità laicale», secondo la definizione data, che rappresenta un punto di non ritorno assoluto, ha avuto un influsso sulla sua vicenda biografica, che è stata proposta alla santità anche attraverso l’intreccio inestricabile con le vite di tanti laici di Azione Cattolica”. 

Nessun commento:

Posta un commento