Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

domenica 8 gennaio 2017

La forte etica sociale dello scoutismo

Da "Scautismo per ragazzi" di Robert Baden - Powell






Sulla tomba di mio nonno Angelo, in basso nella foto, è inciso il motto olim scout semper scout, che significa "una volta scout, scout per sempre",  quello riportato nella Chiacchierata al fuoco di bivacco che potete leggere sopra. Mio nonno fu scout nel GEI, l'associazione laica degli scout italiani. Mia madre mi raccontava che fu Senior d'Italia e continuava a vedersi con gli amici scout anche quando il fascismo sciolse tutte le associazione scoutistiche. In lui il civismo scout prevalse sul nazionalismo fascista.
Mario Ardigò - Azione Cattolica in San Clemente papa

 Lo scoutismo ha una forte impronta etica. La sua caratteristica è di non essere autoritario. La coesione, che si vuole sempre al massimo grado, è raggiunta mediante un'etica condivisa. Quest'ultima è molto realistica, si basa sull'osservazione dei fatti della natura e della società. L'ideologia dello scoutismo fu pensata da un ufficiale superiore dell'impero britannico, che si estendeva per tutto il globo e radunava popoli di diverse etnie, culture e religioni. L'idea di uno scoutismo   per ragazzi  nacque da un'esperienza bellica, da un lungo assedio nella guerra angloboera di fine Ottocento in Sud Africa, in cui anche i ragazzi fecero la loro parte come osservatori e portaordini. Ma, a differenza delle organizzazioni fasciste che imitarono o scoutismo, in particolare i Balilla, la guerra non è al centro dell'ideologia scout: lo è invece lo spirito civico. L'idea è di vincere le difficoltà aiutandosi ordinatamente gli uni gli altri. E soprattutto aiutandosi ad avere una visione realistica delle cose intorno. Baden Powell dà molta importanza all'osservazione, dando come esempio gli scout che in Nord America guidavano soldati e coloni nelle nuove terre del West. Insegna a non temere le novità, ma a conoscerle a fondo. Insegna anche che procedere in terre inesplorate (scout  significa esploratore) richiede autonomia. Lo scoutismo insegna un'organizzazione basata sull'autoresponsabilità personale e il potere diffuso. Nello scoutismo molto presto si è responsabili degli altri e si ha autorità su di loro in quanto se ne è responsabili. I responsabili dei gruppi fanno molto conto sui capi, tutti ragazzi, delle formazioni in cui ogni gruppo è diviso.
 Ai giorni nostri lo scoutismo italiano, in particolare quello cattolico dell'AGESCI che conosco meglio, ingloba nella propria etica concezioni democratiche. 
 Mario Ardigò - Azione Cattolica in San Clemente papa - Roma, Monte Sacro, Valli


Nessun commento:

Posta un commento