Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

lunedì 4 agosto 2014

Lunedì 4 agosto 2014 - 18* settimana del Tempo Ordinario - sintesi dell'omelia

Lunedì 4 agosto 2014 - 18*settimana del Tempo Ordinario - memoria di S.Giovanni Maria Vianney - letture e sintesi dell'omelia

Letture: Ger 28,1-17; dal Sal 118; Mt 14,22-36.

 La prima lettura ci presenta un dibattito tra due profeti: Anania e Geremia. Il primo annuncia al popolo di Israele ciò che esso vuole sentirsi dire, vale a dire la prossima liberazione dal dominio del re babilonese Nabucodònosor. Geremia sapeva che ciò non era possibile e profetizza un futuro diverso. La controversia ha come epilogo la morte di Anania per aver indotto il popolo a confidare in una menzogna.
 Dalla lettura possiamo trarre l'insegnamento a non lasciarci illudere dalle prospettive più attraenti e desiderate, senza considerare realisticamente la situazione e la nostra responsabilità in essa.
 Il brano evangelico è la prosecuzione di quello letto nella Messa di ieri, domenica. Gesù, dopo aver insegnato ai discepoli ad assumersi le loro responsabilità per le esigenze della grande folla che  era convenuta al suo seguito, e dopo aver nutrito quella gente con il suo insegnamento e con il cibo che miracolosamente era bastato per tutti è sopravanzato, desidera restare solo: manda i discepoli senza di lui verso l'altra riva del lago, in barca. I discepoli, rimasti senza Gesù e imbattutisi in un vento contrario che provocava alte onde, temono per la loro vita, dubitano. La loro fede è ancora debole. 
 Pietro, visto Gesù che veniva verso di loro camminando sulle acque, chiede a Gesù di consentirgli di fare altrettanti, dicendogli "se sei tu...", quindi dubitando della realtà di ciò che stava accadendo e volendo come mettere alla prova Gesù non confidando pienamente in lui. Poi, sceso dalla barca, e avendo iniziato a camminare anch'egli sulle acque, dubita ancora e comincia ad affondare.
 Nelle traversie della vita, se la fede è debole, anche un piccolo rovescio basta a distoglierci dalla retta via; mentre una fede forte consente di superare grandi prove.

Sintesi di Mario Ardigó, per come ha inteso le parole del celebrante.
Azione Cattolica in San Clemente Papa - Roma, Monte Sacro - Valli

Nessun commento:

Posta un commento