Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

domenica 3 agosto 2014

Domenica 3 agosto 2014 - 18* domenica del Tempo Ordinario - sintesi dell'omelia

Domenica 3 agosto 2014 - 18* domenica del Tempo Ordinario - sintesi dell'omelia

Letture: Is 55,1-3; Sal 144 (145); Rm 8,35.37-39; Mt 14,13-21

                                                                 Sintesi dell'omelia

"Chi ci separerà dall'amore di Cristo?", si chiede San Paolo nella prima lettura. Nessuno potrà separarci dall'amore di Dio che è in Cristo Gesù, risponde. Chi può avere una fede così grande? Occorre fare esperienza dell'amore di Dio, non solo conoscere una dottrina. Certo, occorre conoscere gli insegnamenti di Gesù, ma innanzi tutto occorre fare esperienza del suo amore. Esso ci è donato gratuitamente, come è scritto nella prima lettura, tratta dal libro del profeta Isaia. 
 Quante volte, chiediamocelo sulla base dell'insegnamento di quel profeta, spendiamo per ciò che non sazia? Ma chi ci darà il pane che nutre veramente? Ce lo darà Gesù, è scritto nel brano evangelico.
 Dopo aver saputo della morte di Giovanni Battista,,Gesù sentì il bisogno di ritirarsi in disparte ion un luogo deserto. Ma poi ebbe compassione della folla che lo aveva seguito e la nutrì sia con i suoi insegnamenti, ma anche venendo incontro alle sue necessità materiali. Postosi il problema di come sfamarla, i discepoli suggerirono la soluzione più facile: lasciar andare quella gente perché provvedesse da sè stessa a sfamarsi. Non fu però ciò che volle fare Gesù: "Voi stessi date loro da mangiare", disse.
 Occorre occuparsi degli altri e in questo l'azione di Dio, che c'è, si manifesta. Essa in particolare si rivela nella condivisione. Ecco dunque che da una limitata quantità di cibo i discepoli poterono ricavare, per l'azione di Dio, di che sfamare quella folla.
 Uno scrittore osservò che Dio creò dal nulla una sola vota, al tempo della Creazione, all'inizio dei tempi. Poi la sua azione si servì di ciò che già c'era. Così fece traendo Israele dagli altri popoli e, nell'episodio del brano evangelico proclamato oggi, sfamando una folla partendo da pochi pani e pesci.
 Dare noi stessi agli altri ciò che loro occorre lo si può fare in molti modi, ad esempio, di questi tempi in cui si sono scatenati diversi conflitti, con la preghiera per la pace. Ricordiamoci di pregare per la pace! Ma anche di fare pace: quante volte siamo insofferenti degli altri perché non la pensano come noi è non fanno ciò che secondo noi é giusto!
 Consideriamo più se sprechiamo per cose che non nutrono, se teniamo conto prevalentemente delle nostre necessità, dei nostri desideri, delle nostre comodità. Pensiamo agli altri, praticando la condivisione. Seguiamo l'esempio e l'insegnamento di Gesù, che nell'Eucaristia ci dona il suo Corpo e il suo Sangue e manifestiamo in questo modo nel mondo l'amore di Dio.

Sintesi di Mario Ardigò, per come ha inteso le parole del celebrante




Nessun commento:

Posta un commento