Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

domenica 27 luglio 2014

Domenica 27-7-2014; 17* domenica del Tempo Ordinario - sintesi dell'omelia della Messa

Domenica 27-7-2014 17* domenica del Tempo Ordinario - Sintesi dell'omelia della Messa

Sintesi dell'omelia della Messa

Il brano evangelico che abbiamo proclamato oggi conclude uno dei discorsi di Gesù riportati nel Vangelo secondo Matteo.
 Il "tesoro nascosto" e la "perla preziosa"sono la nostra fede. Le parabole rendono il senso di meraviglia di fronte a questo dono, che richiede una nostra risposta. Spesso però per chi ha ricevuto la fede da bambino essa appare come scontata. In realtà non lo è più. Dobbiamo  infatti confrontarci con una cultura che definisce sé stessa come "moderna" e che considera la nostra fede come una realtà superata,legata al passato, fossilizzata. In questa visione il nuovo è buono in quanto nuovo.
 La nostra fede qualche volta è legata esclusivamente alla tradizione e ad aspetti esteriori. La tradizione è importante ma non è più sufficiente. Dobbiamo impegnarci a fare più.
 Nella terza parabola ci viene presentata una pesca in cui vengono pescati pesci buoni e cattivi. Tuttavia i pescatori non fanno come di solito accade, non distinguono tra pesci più e meno pregiati, ma solo tra pesci buoni e cattivi. È importante scegliere tra cose buone e cattive.
 Nell'ultima parte del brano evangelico ci viene spiegato che nella fede il passato non viene respinto, ma ci si confronta anche con cose nuove. La società in cui viviamo ci propone molte cose nuove; dobbiamo valutarle alla luce del Vangelo, per distinguere quelle buone da quelle cattive.  Ciò significa fare quello che nella lettera di Pietro è indicato come "rendere ragione della speranza che è in noi". È quella sapienza che, come è scritto nella prima lettura, Salomone chiese a Dio, venendo lodato perché non aveva fatto una richiesta egoistica, come una lunga vita o la vittoria sui nemici.
 Nella seconda lettura San Paolo scrive che che "tutto concorre al bene per coloro che amano Dio". Questo non significa che è tutto bene ciò che accade, ma che anche nella sventura e nel dolore Dio ci indica il modo per immettere elementi di bene intorno a noi. Questo è ciò che chi ha avuto il dono della fede deve fare come risposta, per non divenire insipido nella società in cui vive.

Sintesi di Mario Ardigò, per come ha inteso le parole del celebrante.

Azione Cattolica in San Clemente Papa - Roma - Monte Sacro - Valli










.


Nessun commento:

Posta un commento