Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

domenica 28 aprile 2013

Domenica 28-4-13 - 5° Domenica di Pasqua - - Lezionario dell’anno C per le domeniche e le solennità – salterio: 1° settimana – colore liturgico: bianco – Letture della Messa - avvisi parrocchiali e di A.C.


Domenica 28-4-13 -  5° Domenica di Pasqua - -   Lezionario dell’anno C per le domeniche e le solennità – salterio: 1° settimana – colore liturgico: bianco – Letture della Messa -  avvisi parrocchiali e  di A.C.

Osservazioni ambientali: temperatura 18° C. . Cielo: sereno: è un splendida giornata di primavera romana. Canti: ingresso, Alzo gli occhi verso i monti; Offertorio, Sei grande Dio; Comunione, Fratello sole, sorella luna. Eravamo quanti sono bastati per una bella Messa. Il gruppo di AC era a destra dell'altare, guardando l'abside.

Buona Domenica a tutti!

Prima lettura
Dagli  Atti degli apostoli (At 14,21b-27)

 In quei giorni, Paolo e Bàrnaba ritornarono a Listra, Iconio e Antiochia, confermando i discepoli ed esortandoli a restare saldi ella fede "perché -dicevano- dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni". Designarono quindi per loro in ogni  Chiesa alcuni anziani e, dopo avere pregato e digiunato, li affidarono al Signore, nel quale avevano creduto. Attraversata poi la Pisìdia, raggiunsero la Panfilia e, dopo avere proclamato la Parola a Perge, scesero ad Attàlia; di qui feceero vela per Antiochia, là dove erano stati affidati alla grazia di Dio per l'opera che avevano compiuto. Appena arrivati, riunirono la Chiesa e riferirono tutto quello che Dio aveva fatto per mezzo loro e come avesse aperto ai pagani la porta della fede.

Salmo responsoriale
Dal salmo 144

Ritornello:
Benedirò il tuo nome per sempre, Signore.

Misericordioso e pietoso è il Signore,
lento all'ira e grande nell'aore.
Buono è il Signore verso tutti,
la sua tenerezza si espande su tutte le creature.

Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
e ti benedicano i tuoi fedeli.
Dicano la gloria del tuo regno
e parlino della tua potenza.

Per far conoscere agli uomini le tue imprese
e la splendida gloria del tuo regno.
Il tuo regno è un regno etero,
il tuo dominio si estende per tutte le generazioni.

Seconda lettura
Dal libro dell'Apocalisse di san Giovanni apostolo (Ap 21,1-5a)

 Io, Giovanni, vidi un cielo nuovo e una terra nuova: il cielo e la terra di prima infatti erano scomparsi e il mare non c'era più. E vidi anche la città santa, la Gerusalemme nuova, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. Udii allora una voce potente che veniva dal trono e diceva: "Ecco la tenda di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro ed essi saranno suoi popoli ed egli sarà il Dio con loro, il loro Dio. E asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non vi sarà più la morte né lutto né lamento né affanno, perché le cose di prima sono passate". E Colui che sedeva sul trono disse: "Ecco io faccio nuove tutte le cose"


Vangelo
Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 13,31-33a.34-35)

 Quando Giuda fu uscito [dal cenacolo], Gesù disse: "Ora il Figlio dell'uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito. Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli un per gli altri.

Sintesi dell'omelia della Messa delle nove

Il periodo liturgico che stiamo vivendo ci invita alla gioia, all'esultanza, all'alleluia al Signore. Facciamo memoria della Resurrezione del Signore. La religione non risolve tutti i nostri problemi, anzi la Croce è sempre presente nella vita dei cristiani, ma ci consente di affrontarli con uno spirito nuovo.
 Nella prima lettura san Luca ci presenta Paolo e Barnaba impegnati nell'annuncio cristiano a popolazioni pagane. Le differenze nelle nostre comunità a volte creano problemi, ma dobbiamo ricordare che le differenze tra noi sono anche una ricchezza. La gioia dell'annuncio pasquale ci spinge verso gli altri, a non chiuderci tra chi la pensa come noi, anche a costo della vita.
 La seconda lettura ci presenta il compimento delle nostre attese religiose, quando morte, lutto e sofferenze non saranno più. Tutte le cose saranno fatte nuove e Dio sarà glorificato.
 Nell'ultima lettura troviamo il comandamento dell'amore. Il brano evangelico segue la narrazione dell'uscita di Giuda dal cenacolo. Giuda andò a tradire Gesù. Ma Gesù continuò ad amarlo: il suo comandamento di amore riguarda anche l'amore per i nemici. Ci invita ad amare come lui ama. L'amore, anche per i nemici, è ciò che ci rende riconoscibili come suoi seguaci.  E' l'amore che fa nuove tutte le cose, ma quell'amore che rischia anche la vita per gli altri e rimane nella sofferenza, fino alla fine. E' questo amore il compimento della nostra fede religiose, ciò che fa nuove tutte le cose.
Il messaggio di Dio ci lascia tre cose: un'eredità, un dono e un compito. L'eredità e il dono si risolvono nell'amore donato da Cristo. Il compito è quello di amarci come Gesù ci ha  amato.
 La vita di fede si regge su tre gambe: liturgia, Parola di Dio e Comunione.
 La Comunione, che significa amore tra di noi e verso gli altri, è particolarmente importante perché è da essa che si riconoscono i cristiani.
 Se una di quelle tre gambe viene a mancare, prima o poi cade tutta la vita di fede.
 Nel film del regista Mel Gibson sulla passione di Cristo, c'è una sequenza in cui Gesù, andando verso il Golgota sanguinante in volto per la flagellazione subita, cade. Maria sua madre accorre per soccorrerlo e lui, a qual punto, rivolgendosi verso di lei, le dice "Faccio nuove tutte le cose".


Sintesi di Mario Ardigò, per come ha inteso le parole del celebrante – Azione Cattolica in San Clemente Papa – Roma, Monte Sacro Valli

Un volontario di Volontariato Sclerosi Multipla onlus, associazione di volontariato che si occupa di varie iniziative per emergenze sociali, ha chiesto contributi. Sul sagrato vi è un banchetto con materiale che illustra le iniziative dell'associazione e si offrono vari gadget a chi intenda versare un'offerta.


Avvisi parrocchiali:
-oggi alle ore 17, nel Pratone delle Valli, nei pressi del mercatino, si svolgerà il secondo incontro della Grande Missione Cittadina organizzata dalla Diocesi di Roma, con la collaborazione del Cammino Neocatecumenale, nell'ambito delle iniziative dell'Anno della Fede. Verrà proclamato l'annuncio evangelico (Cristo è morto e risorto per la nostra salvezza, perché Dio ci ama) e ci sarà una chiamata alla conversione. Saranno presentate esperienze di vita dalle quali emergeranno i frutti della conversione. Tutti sono invitati a partecipare, possibilmente portando con sé altre persone. Gli incontri proseguiranno nella giornata 5 maggio. La fede religiosa può cambiare in meglio il nostro modo di affrontare i problemi e le difficoltà della nostra vita, donando pace interiore e un senso alla nostra vita, con le sue gioie e le sue sofferenze, ciò anche se la religione non promette di farci conseguire magicamente la soluzione di tutti i nostri guai.
-lunedì 290 aprile è la festa di S. Caterina da Siena, patrona d'Italia e d'Europa;
-da mercoledì 1 maggio all'ultima domenica di settembre, la Messa della sera inizierà alle ore 19:00;
-nel mese di maggio, mese mariano, alle 18:30 verrà recitato il Santo Rosario e durante la Messa vespertina ci sarà un pensiero mariano;
-il 2 maggio è il primo giovedì del mese: il Santissimo sarà esposto all'adorazione nella Chiesa parrocchiale dalle ore 10:00 alle ore 19:00. Prima della Messa Vespertina si pregherà per le vocazioni sacerdotali;
-il  3 maggio è il primo venerdì del Mese: verrà portata la Comunione agli ammalati;
-domenica 5 maggio sarà presente in parrocchia, dalle ore 8:30 alle 11:00, l'emoteca per la raccolta del sangue. Chi intende donarlo, venga digiuno.

Avvisi di A.C.:
- martedì 30 aprile. alle ore 17:00, nella sala nel corridoio davanti al Centro di ascolto), si terrà la riunione del gruppo parrocchiale dell’Azione Cattolica. Gli associati sono invitati a preparare una meditazione  sulle lettura di domenica 5 maggio 2012   - 6° del Tempo di Pasqua (At 15,1-2.22-20;; Ap 21,10-14.22-23;  Gv 14,23-29). Saranno trattati temi relativi all’Anno della Fede,  nello stesso spirito che anima la Grande Missione Cittadina di cui sopra, ma con il metodo che è proprio dell'Azione Cattolica. La parrocchia è un realtà pluralistica, anche se si agisce sempre con unità di propositi, secondo le indicazioni del vescovo e del parroco che lo rappresenta qui tra noi;
- si segnala il sito WEB  www.parolealtre.it , il nuovo portale di Azione Cattolica sulla formazione;
- si segnala il sito WEB  Viva il Concilio http://www.vivailconcilio.it/
iniziativa attuata per conoscere la storia, lo spirito e i documenti del Concilio Vaticano 2° (1962-1965) e per   scoprirne e promuoverne nella società di oggi tutte le potenzialità.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento