Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1700 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

venerdì 4 marzo 2016

Riformare dal basso

Riformare dal basso

Mi permetto anche di auspicare che, nella diocesi che le è affidata, lei intenda aprire un dialogo ecclesiale anche con i credenti che non vogliono smarrire la loro originale identità e che insieme vogliono essere liberi; tanti credenti identitari tra i quali non mancano quanti hanno sofferto per sue posizioni, teologiche e non, ritenute rigide nella tradizione e nel moderatismo.
[Achille Ardigò, dalla lettera aperta all'Arcivescovo di Bologna, pubblicata su La Repubblica il 25-9-01]



 I documenti del Concilio Vaticano 2° appaiono datati dove hanno mantenuto la pesante struttura feudale della nostra gerarchia del clero. Del resto furono un prodotto di quella stessa gerarchia. Essa si è dimostrata incapace di una autoriforma.
 In sede locale bisogna sempre avere a che fare con un qualche principe religioso: può andar bene o può andar male.
 A mio zio Achille sarebbe piaciuto il nuovo arcivescovo di Bologna, ma è morto prima che arrivasse.
  La riforma, come tutte le vere riforme, non può che partire dal basso. Ma anche lì ci sono problemi.
  La partecipazione di tutti fa paura. Non si è fatto sufficiente tirocinio del metodo democratico, che la consente. E anche la parola “democrazia” è vista con sospetto in religione.
 La retorica dell’obbedienza e della rinuncia a sé stessi spinge chi ci crede alla passività, ad essere solo massa di manovra.
 E i laici spesso imitano il clero nel costruire gerarchie feudali.
 Questo poi comporta un enorme spreco di quelle che gli aziendalisti chiamano risorse umane e che poi sono semplicemente persone, che vengono emarginate e silenziate quando non fanno mostra, almeno formalmente, di conformismo.
 E’ una delle malattie del corpo sociale religioso che uno come Küng diagnostica da tanto tempo nei suoi libri. E ha avuto un sacco di problemi per questo. Una piaga, direbbe uno come Rosmini, e anche lui ebbe un sacco di dispiaceri per questa sua posizione.
 E’ possibile cambiare?
 E’ possibile. Ci si può provare.
 A livello parrocchiale nessuna autorità deve pretendere di essere indiscussa. Bisogna poter discutere su tutto e su tutti. Nessuna  obbedienza  deve essere pretesa o concessa acriticamente. Nessuno deve farsi lecito di lanciare anatemi verso qualcun altro. Discutendo è possibile arrivare alla  concordia discors, all’armonia tra gente che la pensa diversamente su molte cose ma che converge su altre, le più importanti, e che allora arriva a collaborare e perfino, sperimentando la solidarietà reciproca, a volersi veramente bene, non a chiacchiere sparlandosi poi alle spalle secondo l’uso clericale. Di questo bisogna fare tirocinio fin da piccoli. E’ cosa che deve entrare nel catechismo, fin dall’infanzia.

Mario Ardigò - Azione Cattolica in San Clemente papa - Roma, Monte Sacro, Valli

Nessun commento:

Posta un commento