Per contribuire ai contenuti

Questo blog è stato aperto da Mario Ardigò per consentire il dialogo fra gli associati dell'associazione parrocchiale di Azione Cattolica della Parrocchia di San Clemente Papa, a Roma, quartiere Roma - Montesacro - Valli, e fra essi e altre persone interessate a capire il senso dell'associarsi in Azione Cattolica, palestra di libertà e democrazia nello sforzo di proporre alla società del nostro tempo i principi di fede, secondo lo Statuto approvato nel 1969, sotto la presidenza nazionale di Vittorio Bachelet, e aggiornato nel 2003.
Questo blog è un'iniziativa di laici aderenti all'Azione Cattolica della parrocchia di San Clemente papa e manifesta idee ed opinioni espresse sotto la personale responsabilità di chi scrive. Esso non è un organo informativo della parrocchia né dell'Azione Cattolica e, in particolare, non è espressione delle opinioni del parroco e dei sacerdoti suoi collaboratori, anche se i laici di Azione Cattolica che lo animano le tengono in grande considerazione.
Chi voglia pubblicare un contenuto (al di là dei semplici commenti ai "post", che possono essere lasciati cliccando su "commenti"), può inviarlo a Mario Ardigò all'indirizzo di posta elettronica marioardigo@yahoo.com all'interno di una e-mail o come allegato Word a una e-email. I contenuti pubblicati su questo blog possono essere visualizzati senza restrizioni da utenti di tutto il mondo e possono essere elaborati da motori di ricerca; dato il tema del blog essi potrebbero anche rivelare un'appartenenza religiosa. Nel richiederne e autorizzarne la pubblicazione si rifletta bene se inserirvi dati che consentano un'identificazione personale o, comunque, dati di contatto, come indirizzo email o numeri telefonici.
Non è necessario, per leggere i contenuti pubblicati sul blog, iscriversi ai "lettori fissi".
L'elenco dei contenuti pubblicati si trova sulla destra dello schermo, nel settore archivio blog, in ordine cronologico. Per visualizzare un contenuto pubblicato basta cliccare sul titolo del contenuto. Per visualizzare i post archiviati nelle cartelle per mese o per anno, si deve cliccare prima sul triangolino a sinistra dell'indicazione del mese o dell'anno.
Dal gennaio del 2012, su questo blog sono stati pubblicati oltre 1400 interventi (post) su vari argomenti. Per ricercare quelli su un determinato tema, impostare su GOOGLE una ricerca inserendo "acvivearomavalli.blogspot.it" + una parola chiave che riguarda il tema di interesse (ad esempio "democrazia").
GOOGLE INSERISCE DEI COOKIE NEL CORSO DELLA VISUALIZZAZIONE DEL BLOG. SI TRATTA DI PROGRAMMI COMUNEMENTE UTILIZZATI PER MIGLIORARE E RENDERE PIU' VELOCE LA LETTURA. INTERAGENDO CON IL BLOG LI SI ACCETTA. I BROWSER DI NAVIGAZIONE SUL WEB POSSONO ESSERE IMPOSTATI PER NON AMMETTERLI: IN TAL CASO, PERO', POTREBBE ESSERE IMPOSSIBILE VISUALIZZARE I CONTENUTI DEL BLOG.
Un cordiale benvenuto a tutti e un vivo ringraziamento a tutti coloro che vorranno interloquire.
Il gruppo di AC di San Clemente Papa si riunisce abitualmente il martedì alle 17 e anima la Messa domenicale delle 9.

Mario Ardigò, dell'associazione di AC S. Clemente Papa - Roma

domenica 19 ottobre 2014

Domenica 19-10-14 – 29° Domenica del Tempo ordinario – Letture e sintesi dell’omelia della Messa delle nove

Domenica 19-10-14 – 29° Domenica del Tempo ordinario – Lezionario dell’anno A per le domeniche e le solennità –colore liturgico: verde - Letture e sintesi dell’omelia della Messa delle nove

Osservazioni ambientali: temperatura 25°; cielo: sereno: è una magnifica ottobrata romana, ideale per visitare i più bei parchi della città e le sue antiche vestigia. Temperatura:  25° C. Canti: ingresso, Noi canteremo gloria a te; offertorio: Guarda questa offerta; Comunione, Symbolum 77;  canto finale, Andate per le strade.
Il gruppo di AC era nei banchi a sinistra dell'altare, guardando l'abside.

Buona domenica a tutti i lettori!


Prima lettura
Dal libro del profeta Isaia (Is 45, 1, 4-6)


 Dice il Signore del suo eletto, di Ciro: “Io l’ho preso per la destra, per abbattere davanti a lui le nazioni, per sciogliere le cinture ai fianchi dei re, per aprire davanti a lui i battenti delle porte e nessun portone rimarrà chiuso. Per amore di Giacobbe, mio servo, e d’Israele, mio eletto, io ti ho chiamato per nome, ti ho dato un titolo, sebbene tu non mi conosca. Io sono il Signore e non c’è alcun altro, fuori di me non c’è dio; ti renderò pronto all’azione, anche se tu non mi conosci, perché sappiamo dall’oriente e dall’occidente che non c’è nulla fuori di me. Io sono il Signore, non ce n’è altri”.

  

Salmo responsoriale (dal salmo 95 (96) )

Ritornello:
Grande è il Signore e degno di ogni lode


Cantate al Signore un canto nuovo,
cantate al Signore, uomini di tutta la terra.
In mezzo alle genti narrate la sua gloria,
a tutti i popoli dite le sue meraviglie.


Grande è il Signore e degno di ogni lode,
terribile sopra tutti gli dei.
Tutti gli dei dei popoli sono nulla,
il Signore  invece ha fatto i cieli.


Date al Signore, o famiglie dei popoli,
date al Signore gloria e potenza,
date al Signore la gloria del suo nome.
Portate offerte ed entrate nei suoi atri.


Prostratevi al Signore nel suo santo atrio.
Tremi davanti a lui tutta la terra.
Dite tra le genti: “Il Signore regna!”.
Egli giudica i popoli con rettitudine.


Seconda lettura
Dalla prima lettera di San Paolo apostolo ai Tessalonicesi (1Ts, 1,1-5b)


Paolo e Silvano e Timoteo alla  Chiesa dei Tessalonicesi che è in Dio Padre e nel Signore Gesù Cristo: a voi, grazia e pace. Rendiamo sempre grazie a Dio per tutti voi, ricordandovi nelle nostre preghiere e tenendo continuamente presenti l’operosità della vostra fede, la fatica della vostra carità e la fermezza della vostra speranza nel Signore nostro Gesù Cristo, davanti a Dio e Padre nostro. Sappiamo bene, fratelli amati da Dio, che siete stati scelti da lui. Il nostro Vangelo, infatti, non si diffuse fra voi soltanto per mezzo della parola, ma anche con la potenza dello Spirito Santo e con profonda convinzione.



Vangelo
Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 22,15-21)


In quel tempo, i farisei se ne andarono e tennero consiglio per vedere come cogliere in fallo Gesù nei suoi discorsi. Mandarono dunque da lui i propri discepoli, con gli erodiani, per dirgli: “Maestro, sappiamo che sei veritiero e insegni la via di Dio secondo verità. Tu non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno. Dunque, di’ a noi il tuo parere: è lecito, o no, pagare il tributo a Cesare?”. Ma Gesù, conoscendo la loro malizia, rispose: “Ipocriti, perché volete mettermi alla prova? Mostratemi la moneta del tributo.” Ed essi presentarono un denaro. Egli domandò loro: “Questa immagine e l’iscrizione, di chi sono?” Gli riposero: “Di Cesare”. Allora disse lor: “Rendete a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio”.



Sintesi dell'omelia della Messa delle nove


 Siamo qui, in questa messa, per celebrare gli eventi pasquali della morte e resurrezione del Signore, della nostra liberazione dalla schiavitù della morte. Non lo abbiamo meritato. E’ Dio che ci ha convocati, attraverso la Chiesa. Questa è veramente una bella notizia.
  Nella prima lettura si narra di quando Ciro divenne re di Persia e liberò gli israeliti che erano stati deportati a Babilonia. Il profeta vi vede l’opera di Dio. Dio agisce sempre per mezzo di persone concrete, servendosi anche di un credente di altra fede come Ciro.
 Nel Vangelo si racconta di una volta in cui Gesù fu messo alla prova dagli discepoli dei farisei. Gli chiesero se fosse lecito pagare il tributo all’occupante romano, all’imperatore, a “Cesare”. Comunque rispondesse lo si poteva contestare. Lo si poteva accusare di fomentare la rivolta contro i romani se avesse detto che non era lecito, o di violare un comandamento religioso se invece avesse detto che era lecito. I farisei si erano infatti consultati per farlo cadere in fallo.
 Gesù chiede di mostrargli la moneta romana che veniva utilizzata per pagare il tributo ai romani e, fatto notare che recava l’effigie dell’imperatore, osserva che essa poteva essa  restituita a Cesare, perché da lui proveniva. Pronuncia poi l’insegnamento “Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio”. Esso non significa porre Cesare e Dio sullo stesso piano. La moneta utilizzata per il tributo recava l’immagine di Cesare e all’imperatore poteva essere restituita. L’essere umano, secondo quello che si legge nel libro della Genesi, è fatto a immagine di Dio e a Dio è destinato. Si tratta di una dimensione molto superiore all’altra.
 Dio ci raggiunge sulla nostra croce, lì dove soffriamo, viene a liberarci dalle nostre schiavitù. Lo fa mediante Gesù. Noi dobbiamo lasciarci liberare, innanzi tutto da quella schiavitù che consiste nell’essere legati solo a se stessi. Gesù è veramente “Signore”, kìrios  secondo l’espressione greca usata nel Nuovo Testamento: ha veramente il potere di liberarci.  Ma come ci raggiunge? Non è un fantasma che incontriamo per la via. Ci raggiunge per mezzo della sua Chiesa. Ma noi siamo Chiesa. E allora, specialmente oggi, nella Giornata missionaria mondiale, dobbiamo sentirci tutti impegnati a portare Cristo al mondo.
 Coraggio, dunque: cerchiamo di risplendere nel mondo come astri, tenendo ferma la parola di verità.


Sintesi di Mario Ardigò, per come ha inteso le parole del celebrante – Azione Cattolica in San Clemente Papa– Roma, Monte Sacro Valli



Avvisi parrocchiali:

- oggi alle 10:30 in piazza San Pietro Giovanni Battista Montini, il papa Paolo 6°, che regnò tra il 1963  e il 1978, viene proclamato beato;
- Questa domenica si celebra la Giornata missionaria mondiale. Il parroco ha ricordato l’importanza dell’azione missionaria nel mondo e della grande fede che la sorregge. Ha ricordato che, durante il suo recente viaggio in Marocco, sull’aereo ha incontrato una suora missionaria che andava in Senegal per aiutare i malati di Ebola. Chi dà a questi missionari, ha chiesto, questo grande coraggio, se non la loro grande fede. Contribuendo alle spese per le missioni possiamo partecipare a questa grande azione di fede;
- 22 ottobre 2014: si celebrerà la festa liturgica di san Giovanni Paolo 2°;
- 24 ottobre 2014: si celebrerà la festa liturgica di san Luigi Guanella, fondatore dell’Opera omonima per l’assistenza di vecchi cronici o abbandonati, minorati fisici e psichici, fanciulli orfani o bisognosi, in Italia e all’estero e di due Congregazioni religiose dedite a tale attività assistenziale;
-25 ottobre 2014: si celebrerà la festa liturgica del beato don Gnocchi, promotore di opere assistenziali per gli orfani, i piccoli invalidi e i bambini malati di poliomielite;
-si segnala il sito WEB della parrocchia:


Avvisi di A.C.:
- la riunione infrasettimanale del gruppo parrocchiale di AC si terrà il 21-10-14, alle ore 17, nell'aula con accesso dal corridoio dell'ufficio parrocchiale. I soci sono invitati a preparare una riflessione sulle letture di domenica 26-10-14, 30° del Tempo ordinario: Es 22,20-24; Sal 17 (18); 1Ts 1,5c-10; Mt 22,34-14.
- si segnala il nuovo sito WEB dall'AC diocesana: www.acroma.it
- si segnala il sito WEB www.parolealtre.it , il nuovo portale di Azione Cattolica sulla formazione;
- si segnala il sito WEB Viva il Concilio http://www.vivailconcilio.it/
iniziativa attuata per conoscere la storia, lo spirito e i documenti del Concilio Vaticano 2° (1962-1965) e per scoprirne e promuoverne nella società di oggi tutte le potenzialità.

-si segnala il blog curato dal presidente http://blogcamminarenellastoria.wordpress.com/

Nessun commento:

Posta un commento